Archivio degli autori Gianluca

DiGianluca

Il Primo Soccorso nella scuola cellamarese

Venerdì 8 giugno abbiamo concluso il corso di Primo Soccorso “Scuola Sicura a Cellamare”.

Bravissimi i ragazzi del nostro Istituto Comprensivo ‘Ronchi’ che hanno svolto le tre simulazioni programmate con la massima serietà e diligenza.
Hanno ben compreso come approcciare di fronte ad un’emergenza sanitaria e come interloquire con la Centrale Operativa per la richiesta del mezzo di soccorso.

Tre simulazioni, con l’aggiunta di uno “scherzo telefonico” che ha fatto comprendere come potrebbe essere dannoso per la vita di un paziente che richiede l’ambulanza e quest’ultima risulta impegnata a causa dello scherzo.

La cultura del primo soccorso, parte anche da Cellamare.
Bravissimi tutti!

DiGianluca

Visita dal Santo Padre a Roma

Mercoledì 6 giugno è stata una giornata fantastica ed emozionante.

Con i Volontari del Soccorso di Cellamare, gli amici della Fratres e la nostra Parrocchia, guidata da Don Domenico, abbiamo assistito all’udienza del Santo Padre a San Pietro.

Una giornata all’insegna della fede, della speranza, e del forte spirito di Comunità Cellemarese!

DiGianluca

Quattro giorni di festa dei Volontari del Soccorso di Cellamare, quattro giorni di orgoglio per la nostra Cellamare!

Sono stati giorni intensi, emozionanti, fantastici. Non solo quelli della festa vera e propria, che è partita il giovedì 24 maggio, ma anche quelli prima. Tanti i volontari della nostra Associazione che hanno dedicato tutti se stessi, per l’ottima riuscita della manifestazione del nostro trentennale. Una festa che è destinata a rimanere nei libri di storia della nostra fantastica associazione di volontariato. Un onore per la mia persona essere nella completa “regia” dell’organizzazione.

Giovedì 24 abbiamo voluto iniziare con un interessante convegno sulla materia dei vaccini e sull’impatto che la nuova riforma legislativa ha avuto sul sistema. Presenti relatori illustri, tra cui il prof. Fabrizio Pregliasco, noto virologo, ricercatore dell’università degli studi di Milano e presidente nazionale di Anpas (Associazione Nazionale Pubblica Assistenza).

Venerdì è avvenuta l’apertura ufficiale del campo di protezione civile di Cellamare, con l’arrivo di tanti volontari provenienti dall’intero territorio regionale della Puglia e che ha visto l’avvio di una simulazione, in tarda serata, di un grosso incendio che ha provocato feriti che, ovviamene, sono stati prontamente soccorsi dal personale medico, infermieristico e volontario presente al campo. Il venerdì viene scosso da una tremenda notizia: il nostro ex presidente, Nicola Detoma, ci lascia. Per sempre. Un profondo senso di smarrimento, dolore e rabbia per la triste notizia si abbatte sui volontari presenti al campo, che avvertono – successivamente – il senso di continuare ed andare avanti, dedicando tutta la festa proprio a lui, proprio a quel presidente che nel corso degli ultimi hanno, ci ha “infuso” il vero senso del volontariato. Grazie, Nicola. Tu, per sempre con noi.

Il sabato, 26 è la giornata “clou”. Al mattino la sveglia alle 6.30 per tutti i volontari al campo e appena un’ora dopo tutti in riunione per una emergenza (simulata) al porto di Bari: sono in arrivo degli immigrati e bisogna attivarsi per allestire un posto medico avanzato, predisporre le ambulanze per l’eventuale trasporto in ospedale ed avere tutto il personale a disposizione. Tutto procede per il meglio. Al rientro a Cellamare un incidente stradale, che vede coinvolto un bus e diverse auto, con circa 20 feriti, richiede l’intervento dei nostri mezzi e quelli delle associazioni presenti al nostro campo. Anche questa simulazione, viene svolta in maniera eccellente con dei tempi di intervento e di gestioni ridotti. Nel Pomeriggio, alle ore 18 il momento tanto atteso: l’inaugurazione della nuova ambulanza di soccorso avanzato e quella di un mezzo polifunzionale (antincendio e spargisale). Alle 21:00 tutti in piazza, per la grande serata di spettacolo e divertimento con la Rimbamband. E’ la piazza subito è colma di gente. Oltre 600 persone a seguire il nostro spettacolo e la nostra festa, dedicata a Nicola.

Domenica 27, nella mattinata, una ulteriore simulazione che vede lo scoppio in una fabbrica di produzione di materiale pirotecnico con decine di feriti che vengono soccorsi e centralizzati verso i nosocomi di competenza. Tutto funziona come da copione, con tempi di intervento rispettati ed interventi perfetti. Un bilancio positivo che afferma, ancora una volta, la professionalità dei volontari del soccorso di Cellamare nel gestire tutto il campo di protezione civile, ma anche di tutti i volontari partecipanti ed intervenuti da diversi comuni della regione puglia.

A Cellamare la protezione civile funziona e ne siamo orgogliosamente fieri.

Arrivederci al prossimo anno.

DiGianluca

Governo gialloblu, al via.

Difficilmente avrei pensato una cosa del genere. Non foss’altro per una campagna elettorale condotta “al veleno” da parte di molti e considerato il “tutti contro tutti” avvenuto, per arrivare al fatidico 40% che, ovviamente, non è giunto per nessuno schieramento politico.

Ho avuto difficoltà nel pensare che due schieramenti politici come il Movimento Cinque Stelle da una parte, primo per le preferenze, e la Lega, alleata del cavaliere Berlusconi, dall’altra, potessero mettersi “assieme” a governare l’Italia. Così lontani nella campagna elettorale e prima che questa partisse e così vicini, oggi, al governo del Paese.

Strano, ma è questa la politica. Funziona così. Chi ieri era il tuo principale competitor e “dibatteva” nelle piazze e nei talk show avverso alcuni punti di programma, oggi diventa il tuo principale alleato. Oggi chi non credeva di doversi alleare, ha compreso che è necessario stringere alleanze, talvolta anche di natura “trasversale”, per governare.

Ed allora dopo non una ma mille difficoltà, dopo diversi incarichi, rinunce, impeachment vari, arriva il nuovo governo del nostro paese. Non so, onestamente, quanto potrà durare e quale sarà il lavoro e compito (non assolutamente facile) che si dovrà portare avanti in questi anni…. Provo ad immaginarlo, ma ben comprendo e conosco le immani difficoltà che abbiamo di fronte come paese e che il governo uscente, benché si dica, ha mantenuto posizioni degne di nota sino all’ultimo giorno.

Al governo appena insediato, un augurio affinché si lavori nel solo ed esclusivo interesse per i cittadini e le comunità dell’Italia intera.

Ricordiamoci che non vengono prima gli italiani, ma le persone. Qualsiasi esse siano. Perché io almeno una cosa ve la devo scrivere, con tutto il rispetto per i membri del Governo del nostro paese… sarò una voce minoritaria del coro, ma devo comunque scrivervela, scegliendo il tema caldo dell’immigrazione: chi arriva sulle nostre coste, arriva disperato e proviene da terre dove non c’è pace, ma solo guerra e fame, miseria e devastazione….. e vedere morire delle donne, dei bambini nei nostri mari, che cercano di raggiungere un mondo migliore e diverso, mi provoca un dolore
immenso. Perché sono persone, esseri umani. Ed a me hanno insegnato che gli esseri umani non hanno diversità, sono tutti uguali, indipendentemente dalla nazionalità, dal colore della pelle e dalla lingua. Ricordo a me stesso, con assidua frequenza, che i miei antenati sono emigrati in altre nazioni per cercare fortuna, lo ricordo a me stesso perché è importante ricordare e sapere.

Al nuovo Governo, gli auguri di buon lavoro, nella speranza che i problemi di questo paese, con il giusto tempo, possano trovare le giuste soluzioni.

Evviva l’Italia, evviva la democrazia.

DiGianluca

Bilancio di previsione di Cellamare

Bilancio di previsione di Cellamare: passa con soli 5 voti favorevoli e ben 7 astenuti.
L’esito del Consiglio Comunale di fine marzo, durante il quale è passato il bilancio di previsione con soli 5 voti favorevoli e ben 7 voti astenuti, non può di certo considerarsi un bilancio approvato dalla maggioranza! La matematica non può essere ridotta a mera opinione.

C’è un dato politico che non deve essere sottovalutato e insabbiato per nascondere una maggioranza che, di fatto, non esiste.
Perché la verità è questa: La maggioranza non esiste.
In altri comuni ci sarebbe già stato lo scioglimento del consiglio comunale.
Il Bilancio? Non basta mantenere invariate le imposte comunali.

Dagli atti in mio possesso e trasmessi dalla Segreteria Generale del Comune, questi i dati (allegato 7 alla proposta di deliberazione del bilancio di previsione 2018):
0,00 Politiche Giovanili;
0,00 Protezione Civile;
0,00 Associazionismo e Cooperazione;
0,00 Anziani.

Però, nel corso del 2017, preleviamo dal fondo di riserva comunale 8000,00 per acquisto mobilio che si aggiungono ai 20000,00 già stanziati sull’apposito capitolo, per una spesa di 28000 euro, per acquistare del nuovo mobilio. E qui, le economie escono. La discussione in consiglio?

Su domande di pertinenza tecnica di bilancio, anche il responsabile del settore ragioneria, che ringrazio per essersi sforzato nel fornirmi delle risposte, ha avuto evidenti difficoltà.
E nel contempo, visto che si dice che “tutto va bene”, ho inviato una PEC al capo settore tecnico per un sopralluogo congiunto all’nterno della Palestra Coperta.

Nella mia qualità di consigliere comunale, mi impegnerò a comprendere la reale situazione della nostra palestra coperta, date anche le diverse segnalazioni ricevute dai genitori.

DiGianluca

Il bilancio consuntivo 2017 di Cellamare

Il bilancio consuntivo 2017 di Cellamare passa senza una maggioranza politica.
Continua la fase di totale imbarazzo di una maggioranza che a Cellamare non esiste più.

Nel Consiglio Comunale del 27 aprile, infatti, la storia si è ripetuta: il rendiconto del 2017 è stato approvato con 5 voti favorevoli e ben 6 voti astenuti.
Una maggioranza politica che non esiste.

Un rendiconto che poteva certamente essere meglio gestito, nel suo complesso, e che si chiude in attivo con una disponibilità di poco più di 26 mila euro… nel contempo situazioni insolute, come quella dei debiti verso l’ufficio di piano (per oltre 70 mila euro) e verso una struttura protetta (per oltre 30 mila euro), attendono risposte concrete.

DiGianluca

Riguardo la mia scelta di lasciare la maggioranza del Consiglio Comunale di Cellamare

Riguardo la mia scelta di lasciare la maggioranza del Consiglio Comunale di Cellamare lo scorso febbraio, intendo riportare le mie dichiarazioni:

“Sono saltati pezzi importanti rispetto alla squadra iniziale, sotto la totale indifferenza di tutti i consiglieri della maggioranza.
È venuto meno il concetto della “squadra”.

Ho deciso sino all’ultimo, da come anche chiaramente si evince dagli ultimi consigli comunali, nella mia più totale lealtà e coerenza, di rimanere in questa maggioranza, ma le continue azioni
‘incomprensibili’ e la stasi amministrativa, oggi, mi inducono a dichiararmi indipendente.
In questo modo potrò essere libero di decidere singolarmente la posizione politico-amministrativa da intraprendere, secondo mia coscienza, condividendola o meno.

Fermo sulle mie posizioni e coerente con la mia coscienza e con il mio modo di fare politica. Non mi fermerò.

Grazie a quanti, tra ieri ed oggi, mi hanno scritto per andare avanti.
E’ l’inizio di una nuova fase. Avanti, più forti di prima”.

DiGianluca

Vaccini, scelta consapevole?

Vaccini, scelta consapevole? Ne discutiamo a Cellamare il prossimo Giovedì 24 maggio alle ore 18.00 presso il Castello Comunale Caracciolo.

Convegno di rilievo e che vede il riconoscimento di 3 crediti ECM per personale medico, infermieristico e di assistente sanitario (50 posti con crediti, necessaria registrazione a: segretario@volontaricellamare.com).

La partecipazione è gratuita.

DiGianluca

30 anni dei Volontari di Cellamare

I Volontari Cellamare, organizzazione di cui faccio orgogliosamente parte, si preparano ad un grande evento.
24.25.26.27 maggio 2018.

Una festa grande per il proprio trentennale.

Convegni, dibattiti, simulazioni, esercitazioni, spettacoli e inaugurazione dei nostri due nuovi mezzi di soccorso.

Quattro giorni intensi, non solo di festa ma anche di divertimento per i nostri volontari!
Quattro giorni di festa, che coinvolgerà l’intera nostra comunità!

DiGianluca

Coordinamento Nazionale Anci Giovani dell’ 11 aprile 2018

Un bel Coordinamento Nazionale Anci Giovani quello dell’11 aprile, in cui si è discusso dei temi da affrontare nella prossima assemblea nazionale Anci Giovani, che si terrà nella città di Chieti a fine giugno, del nuovo regolamento nazionale e del prossimo blog anci giovani, in fase di realizzazione, che sto seguendo come responsabile nazionale della comunicazione.

Posso serenamente affermare inoltre, che come Anci Giovani Puglia, siamo un coordinamento efficiente, presente e che ha posto delle ottime basi per costruire davvero tanto nei prossimi tempi.